Portfolio


Dettaglio Fotografia


Consigli Fotografici dal Web

Tra gli altri schemi di luce poi troviamo la “luce Rembrandt”. Questo schema di luce prende il nome dal pittore olandese Rembrandt Harmenszoon van Rijn, schema a cui l’artista era solito ricorrere nei sui ritratti. L’impostazione è molto semplice ed efficace: una lampada a luce continua o un flash posizionata a circa 45° e più in alto rispetto al soggetto, quasi a simulare la luce del sole: il soggetto verrà colpito da un fascio di luce che illuminerà metà volto, mentre sull’altra metà si dovrà formare un triangolino sotto l’occhio, non più lungo del naso e non più largo dell’occhio. Questi schemi di luce restituiscono immagini naturali e suggestive. Si possono anche utilizzare dei softbox per rendere le ombre più morbide o allontanare la lampada e posizionarla a varie altezze, per ottenere diversi risultati di illuminazione sul volto del soggetto. Leggi tutto l'articolo di Marco Carotenuto dalla Fonte completa